Le domande da farsi per levigare e lucidare pavimenti in cemento

Le domande da farsi per levigare e lucidare pavimenti in cemento

Levigare un pavimento in calcestruzzo è un lavoro che richiede una serie di scelte per poter ottenere il risultato sperato, per farle è necessario rispondere ad una serie di domande che aiutano a capire quali strumenti usare, quali prodotti e materiali non possono mancare, quali utensili selezionare.

Le risposte guidano il lavoro, ma bisogna sempre sapere quali sono queste domande, le aziende che lavorano da anni in questo settore le sanno e le fanno ai potenziali clienti, permettono di stilare i preventivi e definire tempi e costi per la lavorazione, vediamo insieme quali sono queste domande per aiutarti a capire come mai sono così importanti.

Quanto è grande il pavimento o la superficie in cemento da trattare?

La risposta permette di determinare le dimensioni dei “macinini” da utilizzare, quali e quanti spazi vuoti devono avere, ma anche la quantità degli utesili necessari per trattare tutto lo spazio.

Quanto è vecchio il cemento da trattare?

Solitamente i pavimenti in calcestruzzo che sono appena stati posati, hanno bisogno di almeno 28 giorni di riposo per assestarsi, poi è possibile intervenire per il trattamento, quelli più vecchi, con qualche hanno alle spalle, è più duro e resistente, inoltre potrebbe avere cavità, rotture, fessure, corrosioni, che vanno ispezionate, controllate e capito come trattarle.

Quali sono le condizioni del calcestruzzo?

Le condizioni iniziali della superficie in cemento determina quali sono le fasi di macinazione necessarie per preparare tutto il pavimento per la lucidatura, va capito se ci sono dei rivestimenti o delle resine epossidiche da rimuovere, ad esempio si può iniziare con una grana più fine, ma se lo spazio presenta irregolarità oppure è molto rovinato è necessario partire con una grana più grossa.

Quale livello di levigatura vuoi ottenere?

Se vuoi avere un pavimento più granuloso al tatto, il cemento va trattato in modo più aggressivo, più a lungo e più in profondità, rispetto a quando si vuole una lucidatura più superficiale.

Quanto è duro il cemento da trattare?

Tipicamente un calcestruzzo con valori sotti i 2500 psi è considerato morbito, fino ai 400o psi è medio, fino ai 5500 psi è considerato duro, mentre è extra duro se supera i 5500 psi. Conoscendo questi valori in anticipo si ha modo di selezionare gli utensili diamantati giusti senza rischiare di romperli o di sbagliare il trattamento.

La durezza del calcestruzzo si ottiene utilizzanto uno strumento popolare conosciuto come scratch tester che, in maniera molto facile, permette di avere il valore desiderato.

Quanto lucido vuoi che sia il calcestruzzo?

Se si desidera ottenere una finitura levigata con meno brillantezza, è possibile interrompere la lavorazione del pavimento dopo l’uso della grana più grossa, se invece si vuole una lucidatura molto simile a quella di uno specchio serve una grana con valori molto più alti di finezza, più alto il valore, più lucentezza si ottiene.

Molatura a secco oppure bagnata?

Questa scelta dipenda dal luogo in cui si deve fare il lavoro, molti professionisti preferiscono lavorare a secco, come ben spiegato nelle pagine del sito Levig Italia, utilizzando uno specifico aspirapolvere per rimuovere il residuo polveroso del cemento, tuttavia la rettifica a umido è spesso la migliore soluzione per diverse applicazioni, quali? Va ovviamente capito in fase di analisi del lavoro.

Dove si trova la superficie da trattare, all’aperto o al chiuso?

Identificare il sito determina la tipologia di sigillanti e consolidanti necessari, quali protezioni devono avere. I coloranti a base di acqua e acetone adatti per gli interni, non sono stabili ai raggi UV, mentre altri lo sono di più e serve fare la scelta giusta.

Queste che abbiamo visto sono le principali domande da farsi prima di fare inizio ai lavori di levigatura e lucidatura dei pavimenti, le risposte permettono di capire tante cose, come comportarsi e come agire, tutte le aziende che operano con efficacia nel settore sanno fare queste domande e interpretare al meglio le risposte per rispondere efficacemente alle esigenze di ogni cliente, è quindi importante sapersi affidare solo a dei veri professionisti.